Dalla Tunisia al CARA di Mineo: “L’oxygène de la liberté”

 

Testimonianze di giovani tunisini raccolte davanti al Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Mineo. Cosa hanno lasciato in Tunisia? Quale accoglienza hanno trovato in Italia? Duri racconti sulle difficoltà di vivere in Tunisia e sulla loro permanenza nei CARA di Brindisi e Mineo, in attesa di un documento che gli consenta di iniziare una nuova vita. Descrivono la quotidianità nei CARA dove, isolati dal mondo, hanno trovato solo un’assistenza inadeguata e abusi. Quasi tutti i ragazzi intervistati sono oggi in Francia. Il ragazzo pestato dalla polizia al Centro di Restinco, non avendo i requisiti economici previsti da Sarkozy, ha dovuto vendere le sue  stampelle per passare la frontiera. 


Scopri di più da Nino Amadore

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Commento all'articolo

Scopri di più da Nino Amadore

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading